A differenza della maggior parte delle emozioni, il disgusto non ha solo un essere vivente come sintomo scatenante, ma anche un qualcosa di inanimato rappresentato ad esempio dal cibo.

Il disgusto è considerato una delle 7 emozioni fondamentali universali e la sua funzione è quella di proteggere dal rischio di entrare in contatto e specialmente di ingerire sostanze potenzialmente dannose.

Non è un caso che proviamo disgusto principalmente di fronte a stimoli sensoriali: vedere, toccare o essere colpiti dall’odore di qualcosa che ispira repulsione.

Diversa cosa è il disprezzo, anche qui abbiamo a che fare con una delle emozioni fondamentali, ma è essenzialmente classificabile come uno stato emotivo provocato da una totale mancanza di stima verso qualcuno.

In questo breve video cerco di spiegare le differenze tra disgusto e disprezzo.

Dopo alcune domande sorte tra i nostri lettori, ho capito che il modo migliore per descrivere le differenze principali tra disgusto e disprezzo è in un video,

Spero di esser stato chiaro, per approfondimenti ti aspetto al mio prossimo evento sul linguaggio del corpo e microespressioni facciali.

Fabio.


Per chi vuole approfondire il tema può iscriversi al nostro prossimo evento: Linguaggio del corpo e microespressioni facciali 

Per info e prenotazione ai nostri eventi:

Numero verde gratuito 800 032 882

oppure info@formaementis.net

Follow me

Fabio Pandiscia

Dott. in Psicologia,Autore di vari libri sul linguaggio del corpo e PNL, Master Trainer PNL, Codificatore FACS, METT Advanced, Mix2, affiliato Humintell in Italia.
Fondatore di Formae Mentis Group
Follow me
 

Commenti dai social

commenti

Rispondi