Tutto il mondo dice di conoscerla, pressoché nessuno la capisce, praticamente non esiste alcuno che la usa in modo corretto.

La colpa però non è tanto dei formatori quanto dell’uso di questa tecnica.
Nata come metodo per migliorare la percezione delle persone con problemi mentali gravi, è usata per ogni cosa TRANNE che per questo.

imagesQualche anno fa – termine relativo, diciamo 20 anni circa – c’era il tormentone dello zen.
Tutti scrivevano praticamente qualsiasi cosa in base zen dopo il successo avuto dal capolavoro “Lo zen e il tiro con l’arco” di Herrigel.
Tutti si son tuffati a pesce, come accade sempre a seguito di un successo. Chiunque abbia visto il fiorire nelle librerie della sezione “vampiri” sa a cosa ci riferiamo.

La PNL ha sofferto e tutt’ora soffre di una simile calamità. Purtroppo, si presta e anche troppo bene a questo, perché come dicono i suoi stessi esperti è l’arte di parlare in modo abilmente vago. Questo fa in modo che qualsiasi cosa, dalla cucina al pitturare la casa, dallo studio allo scrivere libri, può essere “contagiato” con la PNL, e ciò ha favorito una schiera interminabile di formatori improvvisati, taluni sprovvisti anche delle più elementari nozioni di base ma convinti di sapere il fatto loro.

I danni sono sotto gli occhi di tutti: centinaia di corsi sulle più disparate discipline associate a questa tecnica, dalla vendita alle arti marziali alla seduzione.

Rimane un dettaglio, sconosciuto ai più: in America, patria di questa tecnica, il tormentone è passato da un bel pezzo, quindi la PNL è stata per lo più relegata al suo scopo iniziale. Nelle librerie è infatti inserita tra le “tecniche di auto-aiuto”, e non tra “manuali di vendita” e simili.

Non stiamo qui dicendo che sia inutile, o peggio, dannosa. La tecnica in sé è ottima, anzi è consigliabile a chiunque abbia dubbi o problemi per inquadrare meglio alcuni aspetti di sé. Il problema è l’uso che se ne fa, e soprattutto l’idea che TUTTO è PNL, perché si traduce erroneamente PNL con “comunicazione”. E forzando le cose – che ai pnllisti viene bene – è anche così. Esattamente come lo zen. Motivo per cui esistono decine di migliaia di formatori di PNL e nessun formatore zen? La moda è passata.

Per fortuna ci siamo evitati i formatori vampiri. In senso letterale, almeno.

Antonio Meridda

laureato in scienze naturali, specializzato in etologia. Interessato al comportamento e alle relazioni degli animali di gruppo, ha applicato agli esseri umani le teorie scientifiche.

Latest posts by Antonio Meridda (see all)

 

Commenti dai social

commenti

Rispondi

Contact Person WhatsApp us