Con il passare dell’innamoramento la coppia si trova ad effettuare una scelta: iniziare un rapporto impegnativo o lasciarsi! Se si pone fine al rapporto si presenterà di certo una nuova occasione, una nuova fase di innamoramento che presto o tardi finirà, ripresentando gli stessi scenari di scelta di prima.

Per quanto intenso possa essere l’innamoramento, prima o poi si manifesteranno anche i suoi limiti e nascerà un’altra volta il conflitto e saremo di nuovo punto e a capo. E’ errato ignorare o “sopportare” il problema, perché vuol dire rinunciare a quanto di più bello una relazione di coppia può offrire, ma non va bene neanche passare da una storia all’altra all’eterna ricerca del partner ideale. Per evitare la delusione post-innamoramento occorre innanzitutto abbandonare l’idea dell’amore perfetto, ed essere disposti alla flessibilità, al cambiamento.

Essere disposti a dare spazio alle discussioni rispettando ognuno la propria individualità. La coppia è un qualcosa di più della somma dei singoli individui che la compongono e non equivale alla loro fusione. Da bambini cerchiamo di farci accettare dai nostri genitori così come siamo ad amarci e rispettarci. Non sempre questa speranza si avvera, creandoci delle vere e proprie ferite affettive.

Col tempo subentra una sorta di “abitudine”, di rassegnazione, ma la speranza non muore, è solo “sospesa”. Si risveglia non appena ci troviamo coinvolti in una relazione di coppia. A volte non accade sempre o non accade subito, però: ogni volta che ci troviamo in un forte coinvolgimento affettivo, come nell’innamoramento, scattano forti aspettative nei confronti dell’altro.

Queste aspettative si manifestano con semplici frasi: “Che cosa sei disposto a fare me?”, “Mi ascolterai?”, “Mi farai realizzare i miei sogni?”. Essenzialmente sono due i tipi di bisogni emotivi che si cercano di soddisfare nelle relazioni intime:

1. Bisogni di cui siamo consapevoli (voglio esser felice, la sicurezza economica, ecc.)

2. Bisogni inconsci.

Nella società di oggi emerge con estrema chiarezza la crescente fragilità della coppia. I divorzi e le separazioni sono in costante aumento, ma quello che più stupisce è il riscontro che non esiste più un periodo critico nell’evoluzione del rapporto di coppia: assistiamo a separazioni sia dopo un periodo breve che lungo di convivenza, o a rotture del rapporto all’arrivo di un figlio.

La relazione di coppia può diventare quindi un’occasione tramite cui crediamo di poter guarire una volta per tutte le carenze affettive del passato, le delusioni subite durante l’infanzia e cerchiamo nel partner un sostituto di nostro padre/madre o addirittura di entrambi.

 

 

 

metodoanticorna “La natura umana era in origine unica e noi eravamo interi, e il desiderio e la caccia dell’intero si chiama amore”  (Platone, Simposio).

 

Il libro consigliato oggi è: Il metodo anticorna – ediz. Anteprima

 

 

 

SIAMO SU FACEBOOK – VIENICI A TROVARE

SIAMO SU LINKEDIN – GRUPPO LINGUAGGIO DEL CORPO

 

 

 

Follow me

Formae Mentis group

Formae Mentis Group è la sinergia di potenziale umano e di persone che si sono formate ad alti livelli nei campi del linguaggio del corpo, ipnosi, microespressioni facciali, comunicazione avanzata e PNL. Struttura creata da Fabio Pandiscia, oggi tra le migliori in Italia per corsi sul linguaggio del corpo e microespressioni. Formae Mentis è affiliatoHumintell (USA)
Follow me
 

Commenti dai social

commenti

Rispondi