Conoscete quel gioco in cui si deve confessare qualcosa o subire una penitenza?
Mettere le due cose su uno stesso piano non dovrebbe sorprendere. Infatti, per la nostra specie, dire la verità nuda e cruda è qualcosa di così terribile da essere considerata una vera e propria punizione.

La società umana non potrebbe esistere senza la bugia, eppure facciamo di tutto per svelare ciò che gli altri pensano.
Assurdo no?
Lie_to_MeSpesso si sottovaluta così tanto l’importanza della menzogna come collante sociale da pensare che il mondo funzionerebbe meglio se tutti fossimo sinceri.

Balle!

La bugia fa così parte delle nostre tradizioni e delle nostre abilità che secondo diversi studiosi è la radice stessa del nostro straordinario sviluppo intellettivo.

Dire bugie non è solo qualcosa che facciamo per opportunismo, equivale anche alla capacità di elaborare realtà alternative, che si fanno via via più complesse con il crescere e lo sviluppo della logica.

Se avete dubbi su questo, basta chiedere di mentire a un bambino di 9 anni e a un ragazzino di 14.

Il primo può dire una bugia di tipo elementare come “non sono stato io”. Il ragazzino riesce a costruire un universo che sostenga la sua bugia, tipo “io ci ho provato, ma mi hanno chiamato per andare alla partita e mentre andavo ho bucato col motorino, sono andato a cambiare la ruota ma non mi bastavano i soldi e quindi ho chiamato un amico, che però ci ha messo più del previsto e alla fine ho fatto tardi”.

Non c’è paragone!

Prima di liquidare questo comportamento come sconveniente, è bene ricordare che solo chi non ha capacità di logica e astrazione, cioè persone con gravi ritardi o anomalie al cervello, non mentono mai.

La bugia fa così tanto parte ed è così forte in noi – ovvero siamo così abili a mentire – che in tutte i codici del mondo è vietato farlo.
Ci si appella a tutto, dall’onore alla religione per evitare che ciò accada, ma con scarso risultato.

Certo, sarebbe utile anche capire chi mente e come, per esempio per arrestare i criminali. Purtroppo questo è il prezzo che si paga per avere una società così complessa senza essere insetti.
Perché, è bene ricordarlo, TUTTI gli animali sociali evoluti (uccelli e mammiferi) in qualche misura mentono per il bene del gruppo.

Perché noi dovremmo fare eccezione?

 

Per approfondimenti: Prova a mentirmi – edizioni Franco Angeli

Contenuto del libro

Siamo tutti bravi a mentire, ma a nessuno piace essere ingannato.
C’è chi mente per un proprio vantaggio personale, chi per coprire un errore, chi magari solo per il piacere di riuscire a prendere in giro gli altri e farla franca…
Televisione, pubblicità, giornali e persino amici e parenti – per non parlare del partner – ci mentono di continuo.
Come capire se chi avete davanti vi sta raccontando la verità o l’ennesima bugia?
Qui troverete tutto sulla comunicazione: da quella che si crea nell’ambiente di lavoro, a quella che si svolge tra uomini e donne.
E imparerete a riconoscere le bugie e a relazionarvi agli altri nel modo migliore.
Le illustrazioni vi mostreranno in modo chiaro e semplice come cogliere le più piccole differenze tra un bugiardo e una persona sincera attraverso le microespressioni presenti nel volto.
Attraverso la psicologia della menzogna, imparerete poi a gestire il vostro rapporto con chi mente e ad evitare che gli altri vi ingannino.
Scoprirete come la comunicazione non verbale influisca sulla nostra vita, e come fare in modo che il vostro modo di esprimervi diventi efficace. Imparerete come funziona la cinesica, la scienza del singolo gesto, e come servirvene.
Perché è tanto insopportabile che ci siano sconosciuti in ascensore e cosa genera il disagio. E come creare un feeling con le altre persone in pochi secondi.

Antonio Meridda

laureato in scienze naturali, specializzato in etologia. Interessato al comportamento e alle relazioni degli animali di gruppo, ha applicato agli esseri umani le teorie scientifiche.

Latest posts by Antonio Meridda (see all)

 

Commenti dai social

commenti

Rispondi

Contact Person WhatsApp us