Il nostro cervello risponde praticamente a qualsiasi domanda noi gli facciamo.

E’ importante saper riconoscere questo, perché il come comunichiamo con noi stessi potrebbe influenzare i nostri risultati, mi spiego meglio: se ci domandiamo cosa c’è che non va in noi, di certo il nostro cervello ci risponderà in mille modi (troppo grasso, troppo magro, troppi vizi, ecc) tutti negativi.

Allo stesso modo se ci domandiamo: cosa c’è di bello in noi?
Otterremo risposte positive.

Attenzione, non voglio dire che non bisogna guardare i problemi o ignorarli del tutto, se esistono delle situazioni da risolvere (generalmente preferisco usare il termine “situazioni da risolvere” piuttosto che “problemi”) è bene affrontarle e risolverle, ma se ci focalizziamo solo sul problema, difficilmente andremo a raggiungere i nostri obiettivi.

Se è vero che la qualità della nostra vita è direttamente proporzionata alla qualità di emozioni che andiamo a vivere, è importante farsi le domande giuste.

Tristezza

 (George Bernard Shaw)

 

Perché questo accade?

La risposta è nella nostra mente, se proviamo a farci delle domande la nostra mente si mette subito alla ricerca di risposte.

Siamo fatti così ed è una cosa bellissima, ma allo stesso tempo limitante.
Però è possibile controllare tale processo.

Ti faccio subito un esempio: sicuramente sarà capitato anche a te trascorrendo una serata con amici, di parlare di quella particolare persona o di quel particolare luogo e non ricordarne il nome.

Cosa accade?

Sono certo che in questi casi il nome lo hai sulla punta della lingua, ma al momento non ti sovviene chissà per quale motivo.

Dopo un po’ di tempo lasci perdere e decidi di non pensare più a quel nome e inizierai a cambiar discorso; però a distanza di qualche ora o addirittura il giorno dopo, qualcosa ti fa ricordare immediatamente quel nome o quel luogo a cui però avevi smesso di pensare da ore.

 

Cosa significa?

Significa che ogni volta che ci facciamo una domanda, il nostro cervello si mette al lavoro per cercare una risposta.

Se non la trova subito ci permette di fare altro, ma inconsciamente continua comunque a lavorare, continua cioè a restare focalizzato sulla domanda.

 

La nostra mente risponde a qualsiasi domanda noi le facciamo.

Vuoi vivere una vita piena di emozioni positive?
Ora sai che farti le domande giuste è già un buon primo passo da mettere in atto.

Ti accorgerai che le emozioni che ti fanno star bene, metteranno in azione anche il tuo corpo, facendoti assumere una postura diversa, congruente con lo stato d’animo che provi.

Prova semplicemente a saltellare sul posto, sorridere, battere le mani e dire a gran voce “sono depresso, sono tanto depresso e infelice”.

Potrai provare quanto vuoi, sono certo che dopo qualche secondo scoppierai a ridere, perchè le parole e il tuo linguaggio del corpo sono incongruenti.

Quando siamo tristi, il nostro corpo è congruente con lo stato d’animo che proviamo. Di certo l’ultima cosa che faremo è saltellare battendo le mani.

I tuoi pensieri, le parole che TI dici, attivano il tuo stato d’animo. Se riesci ad accorgetene, cambia subito il tuo stato.

Il potenziale che abbiamo a nostra disposizione è praticamente infinito, cerchiamolo di usare bene e a nostro vantaggio. Qui sotto ti lascio una registrazione podcast che ho registrato tempo fa proprio sul potenziale che ognuno di noi ha disponibile tuti i giorni. Spero chiarisca meglio cosa intendo.

Buon ascolto!!

 

 

Attenzione!!
A breve alcuni video saranno riservati solo a determinati iscritti, approfittatene ora ad iscrivervi al canale youtube, sarete tra i primi che rientreranno nel gruppo privato. Il link è https://www.youtube.com/channel/UCrrIHsgbnFgJD8F7CaEyJHg 

 

Per scoprire e interpretare altri segnali del corpo ti aspetto al prossimo corso: Linguaggio del corpo e micro-espressioni facciali.
Sono aperte le prenotazioni alla pagina Linguaggio del corpo
iscriviti e partecipa al prossimo evento. La rifrequenza è sempre gratuita!

PS. Ci piace lavorare bene – non più di 10 iscritti – 

Alla prossima

Stay Tuned!

 

Acquista online

Prova a mentirmi

In omaggio con questo articolo, ti lascio l’anteprima in pdf del mio libro Prova a Mentirmiimparare il linguaggio del corpo per capire gli altri – edizioni Franco Angeli

Leggi gratis le prime pagine
===> Clicca qui per scaricare gratis l’anteprima del libro <===

No… Non ringraziarmi, però se clicchi su “mi piace” nella nostra pagina facebook mi farai felice.

===> Clicca qui per la nostra pagina facebook <===

 

Follow me

Fabio Pandiscia

Dott. in Psicologia,Autore di vari libri sul linguaggio del corpo e PNL, Master Trainer PNL, Codificatore FACS, METT Advanced, Mix2, affiliato Humintell in Italia.
Fondatore di Formae Mentis Group
Follow me
 

Commenti dai social

commenti

Rispondi