Questo articolo fa parte di una piccola rubrica dedicata esclusivamente ai casi pratici sull’analisi del linguaggio del corpo e micro-espressioni facciali, il suo scopo è fare un pò di esercitazioni pratiche.

Questi esercizi fino a poco tempo fa, li condividevamo via mail solo con i partecipanti ai nostri corsi, per aiutarli a restare “allenati” nel riconoscimento di alcuni segnali non verbali, da oggi abbiamo deciso di “aprire i nostri archivi” a tutti quelli che amano seguirci.

Siete veramente in tanti a seguire la nostra newsletter e ogni giorno si aggiungono altre persone, il minimo che possiamo fare è continuare a dare contenuti di qualità per mantenere alti i nostri standard.

 

Il riportare alcuni casi tratti “dal vivo”, e non postare solo articoli teorici, a questo punto è la cosa migliore da fare per mostrare cosa può fornire la conoscenza del linguaggio del corpo.

Posteremo ogni tanto alcuni filmati che prenderemo dal web, tratti da trasmissioni televisive o altro materiale che comunque è stato già trasmesso per fare un pò di esercizio su casi reali.

 

L’ammiccamento

 

L’ammiccamento è la contrazione involontaria delle palpebre, o meglio, chiusura involontaria e veloce delle palpebre seguito dalla riapertura delle stesse.

Questo è il tema del video che andremo ad analizzare oggi.

 

Nel video possiamo notare al minuto 2:30 per qualche secondo, un aumento dell’ammiccamento pupillare da parte di Renzi.

L’ammiccamento pupillare lo abbiamo in due casi.

1- Secondo le ultime ricerche di Fukuda lo possiamo trovare nelle persone quando mentono. In questa porzione del video al min 2:30 notiamo però che Renzi non sta parlando, quindi non dicendo nulla, non ha nulla da nascondere.

2- L’ammiccamento pupillare è presente anche quando la persona non può ribattere al suo interlocutore (per qualsiasi motivo), ma ha da dire la sua. E’ questo il caso del nostro video. Renzi non vuol interrompere il suo interlocutore, non è d’accordo con lui, ha da dire la sua, ma non sta a lui parlare. Il sistema neurovegetativo comunque sta rispondendo, e l’ammiccamento è la risposta allo stato di tensione generato.

Ci sono ovviamente altri segnali non verbali, ma in questo esercizio ci interessa parlare dell’ammiccamento e come distinguerlo da semplice scarico di tensione a segnale di menzogna.

 

Linguaggio del corpo

 

 

Ti piace ciò che leggi in questo blog?
Allora CLICCA QUI e ti aggiorneremo via mail sull’uscita del prossimo post

 

 

Follow me

Formae Mentis group

Formae Mentis Group è la sinergia di potenziale umano e di persone che si sono formate ad alti livelli nei campi del linguaggio del corpo, ipnosi, microespressioni facciali, comunicazione avanzata e PNL. Struttura creata da Fabio Pandiscia, oggi tra le migliori in Italia per corsi sul linguaggio del corpo e microespressioni. Formae Mentis è affiliatoHumintell (USA)
Follow me

Latest posts by Formae Mentis group (see all)

Commenti dai social

commenti

Rispondi