Il nuovo libro di Romano Krznaric è Empatia: perché è importante, e come ottenerla. Egli è un membro della facoltà della Scuola di Vita a Londra e fondatore di Empathy, la prima Biblioteca digitale al mondo.

Potete perdere i capelli, perdere la calma o addirittura perdere la vostra mente. Ma potete perdere la vostra empatia?
Assolutamente si, secondo recenti ricerche, e sta accadendo ora in America.
Empatia: la capacità di calarsi nei panni di un’altra persona e capire i suoi sentimenti, le prospettive, è un concetto che sembra essere in caduta libera.

La prova è evidente. Gli Stati Uniti stanno affrontando un boom di abusi digitale: oltre il 70% degli adulti hanno sperimentato molestie on-line.

Gli studi mostrano un declino a lungo termine dei livelli di empatia tra gli studenti universitari di quasi il 50% negli ultimi tre decenni.

Altre ricerche rivelano che più ricchi si è , meno empatici si rischia di essere, una crescente preoccupazione come la disuguaglianza si sta allargando. E, in modo preoccupante, i dirigenti hanno quattro volte più probabilità di assomigliare a dei psicopatici privi di empatia, rispetto al lavoratore medio.

Che cosa si può fare per girare intorno questo declino dell’empatia?

L’ultima ricerca neuro-scientifica ci dice che il 98% di noi ha la capacità di entrare in empatia “cablata” nel nostro cervello, ma stiamo vivendo molto al di sotto del nostro potenziale empatico. Ora affrontiamo una sfida generazionale – a fronte dell’iper-individualismo e la cultura on-line – per accendere il nostro cervello empatico e rigenerare la nostra empatia, sia come individui che come società,ecco cinque idee del nuovo libro,Empatia: perché è importante, e come ottenerlo

Stop, shhhh, e ascolta

Se stai discutendo con il tuo partner, vicino di casa o un bambino, fai un passo indietro e cerca di ascoltare due cose:

  1. cosa l’altra persona sente … e
  2. di cosa ha bisogno.

Dare sempre la possibilità di esprimere i sentimenti e bisogni, e anche ripetere quello che è stato detto, in modo che gli altri riconoscano di esser stati ascoltati. La ricerca dello psicologo Marshall Rosenberg, fondatore di comunicazione non violenta , dimostra che nelle controversie dipendente-datore di lavoro, se entrambe le parti sono d’accordo a ripetere semplicemente ciò che l’altro ha appena detto, prima di iniziare a parlare loro stessi, si ottiene una risoluzione dei conflitti del 50%.


Chiedete al vostro barista come la sua vita sta andando

Una barriera significativa per l’empatia sono gli stereotipi e pregiudizi che abbiamo degli altri, spesso a causa di alcuni giudizi che abbiamo in base al loro aspetto o accento.
Cosa sai veramente sulla vita della donna con tanti piercing che consegna la posta?
Cosa succede nella mente del tranquillo ragioniere che siede sempre da solo in mensa ufficio?
Una buona ricetta per la salute empatica è di avere una conversazione con uno sconosciuto almeno una volta alla settimana, che vada oltre il discorso superficiale.


Viaggi in poltrona

«Non hai mai veramente capito un’altra persona se non consideri le cose dal suo punto di vista”, ha scritto Harper Lee in To Kill A Mockingbird .

Leggere libri e guardare film è un ottimo modo per fare viaggi fantasiosi nella vita di altre persone, stando comodamente seduti in poltrona. Per promuovere questo tipo di viaggio, Krznaric ha fondato la prima libreria al mondo di Empathy, dove si possono trovare le recensioni di centinaia di romanzi, libri per bambini, lungometraggi e cortometraggi tutto sul tema dell’empatia.


Guardare in profondità negli occhi dei colleghi

Se vogliamo portare i benefici dell’empatia nel nostro posto di lavoro, che comprendono meglio il lavoro di squadra, la leadership e la creatività, è essenziale creare una forza lavoro empaticamente in sintonia con alti livelli di intelligenza emotiva.

Un buon punto di partenza è fare il test di empatia. L’empatia è difficile da misurare, ma nel corso degli ultimi vent’anni gli psicologi hanno sviluppato modi efficaci per farlo, come ad esempio Reading the mind in the eyes test . Quando vengono mostrati degli occhi, è necessario scegliere la parola giusta che descrive lo stato emotivo della persona: arrogante, infastidito, sconvolto o terrorizzato. Le persone empatiche sono abili a questo tipo di lettura emotiva.


Fare di un bambino, un insegnante

Il modo più profondo e duraturo per invertire il declino dell’empatia è quello di insegnare le abilità dell’empatia in aula. Il programma più efficace al momento è denominato: Radici di empatia , è una ricerca iniziata in Canada e si sta diffondendo rapidamente in tutto il mondo: oltre mezzo milione di bambini lo hanno fatto.

Come funziona? L’insegnante è un bambino che visita un gruppo di classi regolarmente per un anno. I bambini si siedono intorno al bambino e discutono su alcune domande del tipo: Cosa sta pensando? Cosa sta sentendo?

Si tratta di un trampolino di lancio per sviluppare la loro immaginazione empatica. E funziona, aumentando i livelli di empatia, rafforza la cooperazione, riduce il bullismo e addirittura incrementa il raggiungimento accademico generale.

emparhyL’empatia nel mondo può essere in declino, ma si può tornare indietro. Per il bene di una società sana, ci sono pochi compiti più importanti.

 

fonte: http://time.com/3562863/5-ways-to-be-more-empathetic/

 

 

 

 

Follow me

Formae Mentis group

Formae Mentis Group è la sinergia di potenziale umano e di persone che si sono formate ad alti livelli nei campi del linguaggio del corpo, ipnosi, microespressioni facciali, comunicazione avanzata e PNL. Struttura creata da Fabio Pandiscia, oggi tra le migliori in Italia per corsi sul linguaggio del corpo e microespressioni. Formae Mentis è affiliatoHumintell (USA)
Follow me

Latest posts by Formae Mentis group (see all)

Commenti dai social

commenti

Rispondi

Contact Person WhatsApp us